KILL ME _ la serie teatrale

kill-me_spaziooff_4

KILL ME
La serie teatrale

di Maura Pettorruso
con Sara Rosa Losilla, Maura Pettorruso e Stefano Pietro Detassis

Martedì 28 marzo, ore 21
Spazio Off – Via Venezia 5 – Trento
QUARTA E ULTIMA PUNTATA
“RISVEGLI”

Quarta e ultima puntata martedì 28 marzo alle ore 21 allo Spazio Off di Trento per ‘Kill me’, l’originale e innovativa serie teatrale” composta da quattro appuntamenti a cadenza mensile che ha preso il via a dicembre 2016 con cadenza mensile e che riprenderà poi con un secondo ciclo da settembre a dicembre 2017.

 

Dopo l’omicidio di Dario Tomasi, Luisa, Ana e Pietro devono fare i conti con i loro sospetti reciproci, le indagini della polizia e strane infiltrazioni di confraternite segrete. Nella quarta e ultima puntata della serie, il tempo sta ormai per scadere: “La maschera è caduta”, ha detto Luisa alla fine della terza puntata. Ma quale maschera? Di chi? La primavera è il tempo del riscatto, della rinascita. E’ tempo di sciogliere il freddo dei calcoli e di abbandonare pesi,  ostacoli e paure lungo il cammino.

Ancora una volta Ana affronta la sua paura degli aerei per volare da Barcellona a Trento, ancora una volta Luisa percorre i chilometri che separano Napoli dal Trentino, ancora una volta Pietro lascia la sua Berlino per varcare il confine italiano e giungere nella sua città natale in riva all’Adige. La morte di Dario esige una risposta, una soluzione all’enigma. Nell’intimità di una casa, tra fotografie e bottiglie nascoste, lontano da occhi indiscreti, si gioca l’ultima partita: la posta in gioco è alta. La vita o la morte.

Anche la politica tariffaria è ‘a tema’: in sintonia con il tema della puntata, quello dei risvegli e quindi della primavera, il biglietto intero è di 10 €, con la possibilità di avere una riduzione a 8 € per chi si presenterà allo Spazio Off con un fiore.


Per info e prenotazioni
info@spaziooff.com – 333 27 53 033

 

KILL ME è un progetto realizzato col sostegno di
Comune di Trento, Provincia Autonoma di Trento, Cassa Rurale di Trento, Fondazione Caritro